Aumentano le richieste di Business Jet

Falcon 7XNei paesi in cui le economie stanno crescendo a ritmi veritiginosi, tra cui Cina, Russia e India, stanno aumentando anche gli ordini di business jet. Non solo le aziende ma anche i super ricchi asiatici ne fanno richiesta, insieme a case da sogno, limousine e yacht.

La tendenza globale è l’esplosione del mercato in Asia, specialmente in Cina e India. Il recente Singapore Airshow ha sancito il trend: la brasiliana Embraer conta di vendere jet executive per un valore di quasi 50 miliardi di dollari nel continente nei prossimi dieci anni. Secondo stime recenti, in Asia sono ben 23mila gli individui considerati dai produttori potenziali acquirenti, con asset investibili di almeno 30 milioni di dollari. Mentre, per la rivista americana Forbes, i miliardari nella sola Cina sarebbero 150.

Il numero dei miliardari in Russia & CIS ammontava a 116 nel 2010 ed ha avuto un aumento del 61% dai 72 del 2009, secondo Forbes. Un totale di 50 miliardari vive a Mosca, facendone la seconda città come numero di miliardari dopo New York.
“Se in precedenza la richiesta di business jet era in ritardo di uno, due anni rispetto ai profitti delle aziende, oggi la crescita dei profitti e la domanda di questi aerei vanno di pari passo. Un’analisi accorta della crescita dei profitti e un riscontro impressionante nel mercato dei business jet verificatisi negli ultimi tre anni hanno rivelato una decisa correlazione. Non c’e’ dubbio che i crescenti profitti delle aziende continueranno ad incrementare la domanda di questi aerei”.

Nonostante gli alti e bassi dovuti ad eventi ciclici, il mercato dei business jet è cresciuto in proporzione alla crescita delle aziende e, di conseguenza, si esteso a quei Paesi che stanno vivendo un boom economico senza precedenti.

Per la prima volta, nazioni al di fuori del Nord America hanno ordinato la maggior parte di business jet (più del 50 per cento). Ciò ha messo in evidenza un cambiamento di tendenza rispetto al passato dove solitamente si vendevano agli Stati Uniti ed al Canada i tre quarti dei business jet.

“Uno dei maggiori ostacoli alla crescita di questo mercato in Asia dipende dal tempo che ci vuole per prenotare e ottenere l’approvazione all’atterraggio. Talvolta, si possono raggiungere tempi di attesa di due o tre settimane. Inoltre, sempre in Asia, l’assenza di centri di servizio locale e pochi aeroporti con piste asfaltate rispetto all’Occidente costituiscono un ulteriore freno”.

La business aviation in Cina è appena agli albori. Negli anni scorsi, barriere significative hanno impedito al mercato cinese dei business jets di crescere al suo potenziale. Restrizioni all’ accesso agli spazi aerei, alte tasse d’importazione sugli aerei, scarsità di infrastrutture aeroportuali per la business aviation e prezzi elevati per l’utente finale spiegano perché la Cina ospiti un parco di solo 150 business jets con una popolazione di 1,3 miliardi.

Comunque, il numero degli aeroporti civili cinesi stimato in crescita dai 156 del 2009 ai 244 entro il 2020. A parte la buona crescita economica, molti fattori suggeriscono che la Cina ha il potenziale per un rapido sviluppo del mercato business aviation nei prossimi anni. Il sorpasso asiatico a tutto ciò non si farà attendere.